Sotto un forte temporale, Overshooting top nei cieli cosa è?

La forte area temporalesca che si è formata in Piemonte si è portata in Lombardia, ha raggiunto Milano, investendo soprattutto la parte ovest della città con violenti rovesci di pioggia e oltre 20 mm in pochi minuti.

Poi ha mutato la dinamica della struttura nuvolosa, si è intensificata con i primi rilievi delle alte pianure, e nel comasco e parte del varesotto ha causato nubifragi.

<>

La rotta e la dinamica di queste aree temporalesche, gli effetti al suolo, ad oggi non è prevedibile, si può parlare di possibilità, ma non si potrà definire esattamente quanti millimetri di pioggia cadranno, se grandinerà, e se questa o quella zona sarà interessata solo da un temporale passeggero.

I video propone l’evoluzione della cella temporalesca e gli effetti al suolo. Per utilità suggeriamo la visione del precedente approfondimento, il quale illustra un’evoluzione, ma non può definire cosa accadrà subito dopo in ambito locale.

Molti lettori preoccupati per i temporali e i danni, ci scrivono chiedendo se nella loro città grandinerà, ma la risposta è che soprattutto la grandine non è prevedibile, si può solo parlare di possibilità.

Nelle immagini satellitari, i più attenti avranno notato formarsi forse una o due Overshooting top, ovvero lo sfondamento della nube della quota della stratosfera.

In sintesi, i forti venti ascensionali, ovvero quelli che soffiano dal basso verso l’alto, hanno spinto le nubi oltre i limiti di altezza di tutto il sistema nuvoloso. Ciò sottolinea la furia degli elementi atmosferici ed anche il potenziale rischio di grandine.