Meteo estremo: Italia del Nord, temporale simil tropicale. Grandine, passa lo spazzaneve

Ore 7:22. E’ in atto una fase di meteo estremo: una massa temporalesca si è formata nella notte diffusamente nella regione alpina, dopo aver imperversato in quella orientale. Si è formato un sistema temporalesco detto MCS (Mesoscale Convective System).

Ovvero, una famiglia di temporali autorigeneranti, estesi e duraturi, che producono una quantità impressionate, quasi da record probabilmente, di fulmini.

<>

Nelle ultime due ore abbiamo calcolato 70.000 mila fulmini e 40.000 negli ultimi 60 minuti. Il sistema temporalesco nella Val Padana sta acquisendo energia dopo una notte dal clima tropicale, con temperatura diffusamente sui 25°C ed alto tasso di umidità.

Quando la temperatura notturna non scende sotto i 20°C in meteorologia è chiamata notte tropicale, ed il concetto è confermato anche dagli alti tassi di umidità.

Il temporale sta causando locali nubifragi, cadute di grandine. Nelle ultime ore, in alcune località, per ripristinare la circolazione stradale sono intervenuti gli spazzaneve.